fbq('track', 'ViewContent');

Idratazione: cosa c’è da sapere

Idratazione: cosa c’è da sapere
0 commenti, 30/10/2016, da, in Creme
Share Button

Il trattamento primario per il nostro viso è indubbiamente l’idratazione. Una pelle idratata, sana e pulita è sinonimo di benessere psico-fisico. La pelle è una chiara immagine della nostra persona, un riflesso dei nostri stati d’animo.

La cute costituisce una barriera di difesa deputata a svolgere parecchie funzioni tra cui ridurre la perdita di acqua preservandone così l’idratazione. Una pelle idratata è luminosa, colorita; al contrario, il viso apparirà spento, secco con rugosità sparse.

Da cosa viene garantita l’idratazione della pelle?

Uno strato corneo  integro e sano è indice di idratazione. Lo strato corneo rappresenta la prima struttura con cui vengono  a contatto i cosmetici. In questo strato ritroviamo i corneociti costituiti da cheratina ed altre proteine, i quali offrono protezione contro gli stimoli esterni e i lipidi intercellulari che fungono da cemento regolando il movimento transcutaneo di acqua. Nello strato corneo sano ed idratato il contenuto di acqua corrisponde al 20-35%. Al di sotto di questa percentuale, si riscontra secchezza e disidratazione.

L’idratazione dipende anche da sostanze che agiscono da umettanti, noti come NMF (Natural Moisturizing Factor).

Come agisce l’idratante?

Idratante può agire apportando acqua allo strato corneo e/o trattenendola, ma anche formando una barriera che ne impedisce la perdita all’esterno.  Gli agenti idratanti cosmetici vengono utilizzati per aiutare a riparare la barriera lipidica e ripristinare l’idratazione.

Quanti tipi di sostanze idratanti esistono?

  1. RISTRUTTURANTI DELLA BARRIERA: ceramidi combinati con acidi grassi polinsaturi (linoleico e linolenico)
  2. AGENTI OCCLUSIVI che fanno da barriera alla perdita di acqua epidermica. Gli ingredienti con proprietà occlusive includono vaselina, petrolati, lanolina, cere, oli e siliconi. Alcuni fra questi agenti, risultano formulativamente obsoleti e l’uso è largamente diminuito negli anni.
  3. IDRATANTI MEDIANTE MOLECOLE AD AZIONE IGROSCOPICA (umettanti come la glicerina, urea). Gli umettanti funzionano attirando l’acqua dal derma sottostante e contribuendo a mantenere l’acqua legata nello strato corneo.
  4. Agenti che agiscono riducendo la TEWL (Trans Epidermal Water Loss).

Nella formulazione di un prodotto ad azione idratante è importante creare una equilibrio formulativo finalizzato alla scelta del giusto mix di ingredienti ad azione idratante ed emolliente e sopratutto scegliendo una buona base di partenza su cui basare la propria formula. Scegliete con cura il prodotto adatto al vostro viso ed applicare mattino e sera un prodotto idratante che possa regalare alla pelle emollienza e luminosità!

About Mara Alvaro

Author Image
Mara Alvaro. Dottoressa in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, specializzata in Scienza e Tecnologia Cosmetiche e Informatore Cosmetico Qualificato.